Noto ed apprezzato in tutto il mondo, l’olio d’oliva extra vergine presenta innumerevoli virtù, in quanto deriva dalla semplice spremitura a freddo delle olive, senza apporto di nessun genere di additivo, per cui i suoi componenti nutrizionali si conservano per mesi. L’apporto nutrizionale dell’alimento e le sue tante proprietà curative, sono ampiamente dimostrate da innumerevoli ricerche e studi scientifici: ricchissimo di antiossidanti, vitamina E, acido oleico, polifenoli, e di sostanze con proprietà antinfiammatorie, oleocantale, che apporta acidi grassi essenziali, ma che l’organismo non è in grado di sintetizzare da solo, pertanto è un supporto ideale per le vitamine liposolubili A, D, E, K. Queste proprietà decisamente uniche, rendono l’olio d’oliva extravergine un prezioso alleato della salute.

L’olio extravergine di oliva è ufficialmente una medicina

La Food and Drug Administration ha rivisto la definizione di questo alimento. Fa talmente bene nella prevenzione e nel contrasto ad una serie di malattie che deve essere considerato alla stregua di un farmaco. Ma deve essere assunto e conservato seguendo regole precise.

Il severo ente governativo che vigila sulla regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, che saranno distribuiti sul suolo americano, ha rivisitato la definizione di olio extravergine d’oliva da alimento salutare a medicinale. Gli americani non hanno chiuso gli occhi davanti alle sempre più numerose e solide evidenze scientifiche di efficacia clinica dell’oro giallo o Mr. EVOO (come simpaticamente lo siglano gli anglosassoni) nella prevenzione di letali malattie cardiovascolari e deficit cognitivi tipici dell’anziano, oltre che nel ridurre il rischio del silenzioso diabete mellito di tipo II.