Tano Simonato, lo chef pazzo dell’Olio evo

Tano Simonato, Chef stellato del ristorante “Tano Passami l’Olio” di Milano, così si esprime sull’olio extravergine d’oliva:
“Primo su tutti il condimento, l’olio extra vergine, sia in cottura che a freddo, dà garanzie di fragranza e di incontaminazione dei prodotti, è dal 1991 che ne faccio uso.” Quindi il punto di svolta per Simonato è il 1991 con la scoperta dell’olio extra vergine d’oliva e delle sue straordinarie qualità. Inizia così a delinearsi nella sua mente un’idea precisa, una filosofia, del tipo di cucina che intende realizzare. L’obiettivo è dare leggerezza, eleganza e digeribilità alle preparazioni.

Decide che è indispensabile, innanzitutto, abbandonare burro, cipolle, aglio, soffritti e, in generale, tutto ciò che porta solo pesantezza ai piatti.
Lo strumento che permette di fare tutto questo, senza rinunciare al gusto, ma anzi esaltandolo, è proprio l’olio evo. Unito a cotture volte ad esaltare le potenzialità e a preservare tutte le proprietà nutrizionali degli alimenti

Tano Simonato ha un amore speciale per l’extravergine, sono oltre 50 le marche di olio evo che  troneggiano nella bacheca del suo Ristorante milanese

…. Alla domanda di Saporie.com “cosa non può mancare nella sua dispensa?”
Simonato risponde “Extravergine e zucchero”!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *